La distruzione della ragione

La distruzione della ragione Titolo: La distruzione della ragione
Autore: György Lukács
Editore: Mimesis
Anno edizione: 2011
EAN: 9788857505145

Il Lukàcs della maturità, in particolare quello legato all’esperienza de La distruzione della ragione, è stato di fatto dimenticato se non addirittura rimosso. L’assunzione di un modello di storia hegelianeggiante e di razionalità "forte" in controtendenza con le prese di posizione giovanili, quando Lukàcs si trova a difendere con estremo rigore una forma radicale di "etica della convinzione", in polemica contro coloro che vogliono sovrapporre ad essa una "mitica" dimensione storica che non risolverebbe nessuno dei problemi che si pongono alla coscienza individuale, è stata drasticamente e in maniera semplificatoria liquidata come una comprensione acritica dello status quo. La rilettura dell’irrazionalismo filosofico, pur nel suo estremismo e nei suoi limiti, rimane tuttora una denuncia imprescindibile in un momento storico in cui la voce della filosofia sembra essere assente dal dibattito sulla contemporaneità. La distruzione della ragione continua ad essere un’opera di straordinaria attualità per la coerenza rivendicata sulla commensurabilità compiuta tra opzioni teoriche e comportamenti pratico-politici, una coerenza, purtroppo, oggi troppo spesso disattesa. Con un’introduzione di Elio Matassi.

Il gergo della postmodernità

Il gergo della postmodernità

Le categorie alienanti della modernità si scontrano oggi con la loro stessa oggettività, risultando insufficienti a comprendere e a farsi carico delle esigenze degli individui, in particolare delle giovani generazioni. Ne deriva una sospensione de…

Dottrina fondamentale dalla...

Dottrina fondamentale dalla…

Il volume presenta in traduzione italiana con testo a fronte l’"Introduzione" e la "Dottrina fondamentale" (§§ 1-45) della monumentale "Dottrina della scienza" che Bernard Bolzano pubblicò nel 1837, segnando una tappa…

Il libretto della vita dopo...

Il libretto della vita dopo…

Tre volte vive l’uomo sulla terra, scrive Fechner, e se il passaggio dal primo al secondo livello è quel che conosciamo come vita, il passaggio dal secondo al terzo (e ultimo) è ciò che chiamiamo morte. "Il libretto della vita dopo la morte&q…

La teoria della scelta. Una...

La teoria della scelta. Una…

Ogni scelta che effettuiamo comporta un certo corso di eventi e la razionalità consiste nel mettere in atto quelle che daranno risultati il più vicino possibile alle nostre preferenze. Questa concezione già presente nel contrattualismo di Hobbes e…

Stanze della metafisica. He...

Stanze della metafisica. He…

Le "stanze della metafisica" sono i luoghi, individuati in cinque pensatori del Novecento, da cui osservare, in prospettive e con sviluppi diversi, sia la specificità della filosofia rispetto al sapere scientifico sia il posto riservato …

TeorEtica. Filosofia della ...

TeorEtica. Filosofia della …

Il titolo – TeorEtica – allude fin da subito alla posta in gioco: ridefinire i rapporti tra pensiero e azione, tra teoresi ed etica. Se nelle tradizioni filosofiche per lo più queste sfere sono state separate o addirittura opposte, pensandole fino…

Jacob Burckhardt. L'uomo ne...

Jacob Burckhardt. L’uomo ne…

Karl Löwith e Jacob Burckhardt, un grande filosofo del Novecento di fronte all’autore di opere capitali quali "La civiltà del Rinascimento in Italia" e "L’età di Costantino il Grande". Un confronto ricco e stimolante tra due fi…

Fondamento dell'intera dott...

Fondamento dell’intera dott…

È lo scritto capitale di Fiche (1762-1814), che sta alla base di tutte le sue successive (ben 11) rielaborazioni e anche delle altre opere fichtiane. Esso vuole dare una fondazione teoretica di tutto il sapere, dedotto da un unico principio assolu…

La passione del presente. B...

La passione del presente. B…

Una sentenza di Hegel assegnava alla filosofia il compito di comprendere il proprio tempo con il pensiero. Secondo Marramao questa responsabilità, caratteristica dell’epoca moderna, non è demandabile oggi ad altri saperi, e tanto meno cedibile a c…

Aristotele. Prime linee di ...

Aristotele. Prime linee di …

Un Aristotele dialettico, sfaccettato, quasi "platonico", considerato nella pienezza dell’interazione tra la sua figura storica e la sua persona filosofica: questo è l’inatteso ritratto che Werner Jaeger ricostruisce a partire dai testi …

Lascia un commento