La furia di Maigret

La furia di Maigret Titolo: La furia di Maigret
Autore: Georges Simenon
Traduttore: M. Belardetti
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2002
EAN: 9788845917110

E’ la seconda estate che Maigret passa nella sua casa di Meung-sur-Loire. E’ in pensione e si annoia. Perché mai accetterebbe, altrimenti, di indagare per conto di una imperiosa e anziana signora che gli piomba in casa la cui nipote è misteriosamente annegata? Lei, che odia il genero e disprezza la figlia, vuole vederci chiaro.

Ma la vera ragione è un’altra: Maigret vuole mettersi ancora alla prova. Corre seri rischi questa volta, perché è solo, perché l’ambiente che lo circonda non è il suo, perché la gente è altezzosa e avida. Tutto ciò riesce però a scatenare la furia di Maigret, il suo desiderio di portare alla luce quel che si cela dietro la facciata.

Maigret e il ladro indolente

Maigret e il ladro indolente

Adesso quelli li costringono anche a mentire! "Quelli" sono i magistrati della Procura e i signorini del ministero degli Interni, usciti freschi freschi dalle Grandes Écoles con i loro bravi diplomi e pronti a sputare sentenze e a dettar…

I Maigret: Maigret e i vecc...

I Maigret: Maigret e i vecc…

Maigret e i vecchi signori
Era un maggio eccezionale, come ne capitano due o tre nella vita, di quelli che hanno la luminosità, il sapore, il profumo dei ricordi d’infanzia. Maigret lo definiva un maggio «da cantico», perché gli ric…

Maigret e il corpo senza testa

Maigret e il corpo senza testa

Il primo pezzo che viene ritrovato, quasi per caso, impigliato nell’elica di una chiatta ferma sul canale Saint-Martin, in una luminosa giornata di marzo che profuma già di primavera, è un braccio. Ma, poiché non è così raro che un sadico si accan…

Maigret e il produttore di ...

Maigret e il produttore di …

Non ha avuto vita facile Oscar Chabut. Ha lavorato duro e, dal nulla, è riuscito a costruire un impero. E che importa se il suo Vin des Moines, miscela di vini del Midi e d’Algeria, fa storcere il naso agli intenditori? Moderni uffici in avenue de…

La rivoltella di Maigret

La rivoltella di Maigret

Erano tutti troppo disinvolti, troppo sicuri di sé. Il più esasperante era il responsabile della reception, con la sua marsina impeccabile e il colletto duro non sciupato dal sudore. Aveva preso in simpatia Maigret, o forse provava pena per lui, e…

Maigret si mette in viaggio

Maigret si mette in viaggio

In una piovosa notte di ottobre una contessa italiana ingoia un tubetto di gardenal nel suo lussuoso appartamento del Georges V (uno degli alberghi più eleganti di Parigi), e alle tre del mattino fa chiamare un medico perché ha cambiato idea e non…

Maigret e il barbone

Maigret e il barbone

Di solito non si ammazzano i poveracci, Maigret lo sa. Eppure qualcuno ha massacrato di botte e poi scaraventato nella Senna un inoffensivo barbone che viveva sotto un’arcata del pont Marie. Per fortuna un battello fiammingo diretto a Rouen con un…

Maigret e il ministro

Maigret e il ministro

Al commissario Maigret sono capitati più di una volta incarichi "delicati", ma questa volta è rimasto davvero di stucco: un ministro in carica lo ha chiamato da una cabina telefonica alle dieci di sera e gli ha chiesto di andare nel suo …

Maigret e il cliente del sa...

Maigret e il cliente del sa…

La fama di Maigret, si sa, attira i tipi più bizzarri. Squinternati, per lo più, che si piazzano nella sala d’aspetto del Quai des Orfèvres e vogliono a ogni costo parlare con lui. Come Clementine la Pazza, con il suo cappellino mauve e il suo lav…

Maigret e l'omicida di rue ...

Maigret e l’omicida di rue …

In una piovosissima notte di marzo, all’angolo tra rue Popincourt e rue du Chemin-Vert, viene ucciso un giovane di ventun anni. A Maigret, che si trova da quelle parti per caso, tocca l’ingrato compito di avvertire i genitori. Ed è così che, grond…

Lascia un commento