Odore di chiuso

Odore di chiuso Titolo: Odore di chiuso
Autore: Marco Malvaldi
Editore: Sellerio Editore Palermo
Anno edizione: 2011
EAN: 9788838925443

In un castello della Maremma toscana vicino alla Bolgheri di Giosuè Carducci, arriva un venerdì di giugno del 1895 l’ingombrante e baffuto Pellegrino Artusi. Lo precede la fama del suo celebre "La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene", il brioso e colto manuale di cucina, primo del genere, con cui ha inventato la tradizione gastronomica italiana. Ma quella di gran cuoco è una notorietà che non gli giova del tutto al castello, dove dimora la famiglia del barone Romualdo Bonaiuti, gruppo tenacemente dedito al nulla.

La formano i due figli maschi, Gaddo, dilettante poeta che spera sempre di incontrare Carducci, e Lapo, cacciatore di servette e contadine; la figlia Cecilia, di talento ma piegata a occupazioni donnesche; la vecchia baronessa Speranza che vigila su tutto dalla sua sedia a rotelle; la dama di compagnia che vorrebbe solo essere invisibile, e le due cugine zitelle. In più, la numerosa servitù, su cui spiccano la geniale cuoca, il maggiordomo Teodoro, e l’altera e procace cameriera Agatina. Contemporaneamente al cuoco letterato è giunto al castello il signor Ciceri, un fotografo: cosa sia venuto a fare al castello non è ben chiaro, come in verità anche l’Artusi. In questo umano e un po’ sospetto entourage, piomba gelido il delitto. Teodoro è trovato avvelenato e poco dopo una schioppettata ferisce gravemente il barone Romualdo. I sospetti seguono la strada più semplice, verso la povera Agatina. Sarà Pellegrino Artusi a dare al delegato di polizia le dritte per ritrovare la pista giusta.

La musica dei miei sogni. Q...

La musica dei miei sogni. Q…

Riproduzione a richiesta.

Acqua, sudore, ghiaccio

Acqua, sudore, ghiaccio

"Acqua, sudore, ghiaccio" sono tre racconti lunghi con una voce narrante unica. Sono storie di uomini messi di fronte alla paura e al coraggio: a una rapida, a un pendio e a un avversario. Essi vivono quasi sempre chiusi nella prigione d…

Niente di nuovo sul fronte ...

Niente di nuovo sul fronte …

Pubblicato per la prima volta nel 1929, e da allora oggetto di innumerevoli edizioni, Niente di nuovo sul fronte occidentale viene considerato uno dei più grandi libri mai scritti sulla carneficina della Prima guerra mondiale.

Del primato del dovere. Int...

Del primato del dovere. Int…

Si ripromette – questa Introduzione critica allo studio dell’ordinamento della Chiesa – di cogliere i caratteri di fondo che all’autore (attento, da lunghi anni, a temi canonistici) appaiono tali da segnare – in via indelebile – la "identità …

Lettere 1911-1951

Lettere 1911-1951

"Circa un mese fa di colpo mi sono sentito nello spirito giusto per fare filosofìa. Ero assolutamente sicuro che non ne sarei mai più stato capace" scriveva Ludwig Wittgenstein a Norman Malcolm il 16 aprile 1951, pochi giorni prima di mo…

Cous cous e altre cose impo...

Cous cous e altre cose impo…

La memoria è come un piatto di cous cous che si compone un pezzo alla volta aggiungendo ricordi, emozioni, sensazioni e mescolando il tutto nell’avvolgente semola del tempo. Così accade che un uomo, arrivato alla fine della sua giovinezza tempesto…

Lo Spirito Santo nel pensie...

Lo Spirito Santo nel pensie…

Una caratteristica delle opere teologiche di Antonio Rosmini è la ricchezza di citazioni e di allusioni alla Sacra Scrittura. Nella sua riflessione Rosmini parte dai testi scritturistici e sviluppa poi la sua concezione, sulla base della vasta e p…

La comunità che viene

La comunità che viene

"L’essere che viene: né individuale né universale, ma qualunque. Singolare, ma senza identità. Definito, ma solo nello spazio vuoto dell’esempio. E, tuttavia, non generico né indifferente". Così veniva presentata nel 1990 la prima edizio…

Mammifero italiano

Mammifero italiano

L’aborto, l’amor di patria, Carosello e l’insegnamento del latino, le raccomandazioni e il caso Tortora: su temi come questi Manganelli è intervenuto, nel corso degli anni Settanta e Ottanta, usando un’arma che gli era massimamente congeniale – il…

Olive da mensa

Olive da mensa

L’elevata biodiversità del patrimonio olivicolo italiano, caratterizzato spesso da varietà che si prestano sia per l’estrazione dell’olio che per la mensa, risponde a quell’esigenza di diversificare l’utilizzo del prodotto per rispondere alle nece…

Lascia un commento