Y Saigon 1972

Y Saigon 1972 Titolo: Y Saigon 1972
Autore: Sandro M. Siggia
Editore: Rubbettino
Anno edizione: 2010
EAN: 9788849826418

Y-Saigon 1972 – è il diario di un giovane diplomatico italiano – Y, in vietnamita significa italiano – alle prese con la sua prima sede all’estero, l’Ambasciata d’Italia a Saigon. Y non è un diario di guerra, descrive l’atmosfera surreale nella quale si viveva a Saigon nel 1972. Nonostante cruente battaglie si svolgessero a pochi chilometri dalla capitale, Saigon, fulcro della vietnamizzazione del conflitto, conservava una calma apparente vivacizzata dalla visita dei grandi nomi della politica americana e dalla presenza dei giornalisti più famosi tra i quali, Oriana Fallaci, Aldo-Rizzo, Tiziano Terzani, Corrado Pizzinelli, Marcello Alessandri, Giorgio Fattori, Egisto Corradi, e tanti altri. "Saigon negli ultimi anni di guerra poteva essere paragonata ad un grande circo equestre montato sull’argine malfermo di un fiume in piena. Da un momento all’altro tutto poteva essere travolto, ma in attesa dell’evento catastrofico il circo con i suoi clown, nani e ballerine continuava ad offrire un incessante spettacolo".

Tempo e lavoro. Storia, psi...

Tempo e lavoro. Storia, psi…

La storia del lavoro, che è la storia delle azioni e del fare degli uomini, è connaturata con la percezione del tempo. Questo volume tenta di ricondurre il pensiero della psicologia del lavoro alle sue radici attraverso una breve storia del signif…

Suite francese

Suite francese

In un piccolo paesino della campagna francese, nei primi mesi dell’occupazione nazista, la giovane Lucile, sposa per volere del padre, e la suocera Angellier attendono di ricevere notizie da Gaston che è partito per il fronte. E quando nella loro …

Guida breve allo studio del...

Guida breve allo studio del…

Un testo agile e criticamente aggiornato per introdurre gli studenti dell’università e della scuola superiore ai problemi dell’immaginario letterario e della loro interpretazione critica. Il libro ha le stesse caratteristiche di informazione e ric…

La famiglia finita

La famiglia finita

L’invidia, la gelosia, l’ambizione, si sa, sono sentimenti con i quali si convive da sempre, ma quando vengono portati all’esasperazione, innalzati a stile di vita, il risultato è l’atteggiamento della finzione utilizzata come mezzo per ingannare …

Ipertensione. Consigli e ri...

Ipertensione. Consigli e ri…

L’ipertensione arteriosa rappresenta una condizione patologica estremamente comune: si stima che circa il 25% della popolazione adulta europea sia ipertesa, con prevalenza ancora più elevata in soggetti di età superiore ai 70 anni. Una sana ed equ…

Guida pratica alla ouija. C...

Guida pratica alla ouija. C…

La tavola ouija, consta di una superficie piatta (sulla quale sono riportate le lettere dell’alfabeto, le cifre dallo 0 al 9 e talora anche le risposte SI e NO) e di un indicatore mobile, detto planchette. Si tratta in sostanza di un dispositivo u…

Il contenzioso dell'Unione ...

Il contenzioso dell’Unione …

Il manuale propone un’analisi "completa" dell’ormai articolato sistema giurisdizionale comunitario, retto da regole frammentarie, di diseguale valore e di fonte diversa. La prima parte del volume è dedicata agli organi giurisdizionali ch…

La ragazza che giocava con ...

La ragazza che giocava con …

Mikael Blomkvist è tornato vittorioso alla guida di Millennium, pronto a lanciare un numero speciale su un vasto traffico di prostituzione dai paesi dell’Est. L’inchiesta si preannuncia esplosiva: la denuncia riguarda un intero sistema di violenze…

La Chiesa, corpo inquieto. ...

La Chiesa, corpo inquieto. …

"Come non si può conoscere una persona se non attraverso la sua vicenda umana, così non c’è un’idea di Chiesa staccata dalla sua presenza storica". L’autore parte da questa idea di fondo per conoscere e comprendere la Chiesa e la sua mis…

Come sopravvivere a un capo...

Come sopravvivere a un capo…

John Hoover è laureato, ha conseguito due master e ha alle spalle anni e anni di esperienza come quadro, dirigente, imprenditore consulente. Ma soprattutto è, o meglio è stato, un capo idiota, e come tutti i capi idioti ha portato le sue disfunzio…

Lascia un commento